Parco Giara di Gesturi

L’altipiano della Giara di Gesturi (“Jara”, in sardo, indica l’altopiano basaltico o le alture pianeggiati tipiche della zona), è un vasto territorio nel cuore della Sardegna che si estende per 42 Kmq, a un’altezza di 550 metri sul il livello del mare.
La Giara fu sede di insediamenti umani già dal Neolitico (6000-2700 a.C.), come testimoniano le caratteristiche “Domus de Janas”, grotte a più vani scavate nella roccia ed utilizzate come luoghi di sepoltura. Anche resti di ceramica, selce e ossidiana ritrovati sopra l’altipiano fanno supporre l’occupazione diffusa del territorio in questo periodo.

FLORA
In origine, l’altopiano, era coperto da fitti boschi, ma oggi presenta tutti gli aspetti caratteristici di una tipica area mediterranea. Sono presenti vari tipi di piante caratteristiche, coma la sughera (Quercus suber), il leccio (Quercus ilex), la roverella (Quercus pubescens), oltre al mirto (Myrtus communis), l’elicriso e il corbezzolo(Arbutus unedo). Inoltre è possibile ammirare ciclamini e orchidee selvatiche e i ranuncoli acquatici (Ranunculus aquatilis). Sull’altopiano sono state identificate più di 350 specie vegetali, alcune rare come la Morisia monantha, piccolissima pianta perenne che fiorisce da gennaio ad aprile con un evidentissimo fiore giallo oro.

FAUNA
Il Parco della Giara è conosciuto soprattutto come il luogo dove trovano rifugio i “Cavallini della Giara” (Equus caballus jarae), ultimi cavalli selvaggi in Europa. Questi animali sono frutto di un incrocio tra il cavallo normale e il pony, e le caratteristiche di questa razza sono la piccola stazza, il manto baio scuro e gli occhi a mandorla.
Oltre a questi tipici animali, la Giara è popolata da cinghiali, volpi, conigli, lepri e gatti selvatici, oltre a tanti uccelli che vivono o transitano, a secondo dei periodi, sull’altopiano, come ad esempio i falchi e le poiane, le pernici, il picchio rosso maggiore, i germani reali, le cicogne e i cavalieri d’Italia. Nell’area è possibile anche vedere il Lepidurus opus Lubbocki, un crostaceo arcaico, restato immutato per 200 milioni di anni, che vive nelle Paulis, le depressioni naturali colme di acqua piovana.

Contatti

Via Giovanni Battista Tuveri, 16 - Tuili(VS)

070 9364277

http://www.parcodellagiara.it