Arboreti Sperimentali di Vallombrosa

Gli Arboreti Sperimentali di Vallombrosa nascono dalla creazione, a partire dal 1870, di più sezioni contigue da parte di botanici e studiosi del settore forestale che hanno esteso complessivamente gli Arboreti su circa 10 ettari.
Gli arboreti prendono il nome dai protagonisti delle varie collezioni (Tozzi, Paveri, Perona, Allegri) e si distinguono per differenti aspetti botanici, anche se tutti ospitano piante di notevole maestosità e monumentalità, come: Calocedrus decurrens (circonferenza 7,5 m), Thuja plicata (circonferenza 6,1 m), due esemplari di Pseudotsuga menziesii di notevoli dimensioni (circonferenza 4,7 e 5,2 m), due esemplari di dimensioni ragguardevoli di Sequoia sempervirens (circonferenza 4,1 m) e Sequoiadendron giganteum (circonferenza 7,2 m), il fusto monumentale di Pinus lambertiana (circonferenza di 5,8 metri e altezza superiore a 40 metri) che produce coni che possono raggiungere anche i 50 cm di lunghezza. Tra le piante ospitate anche una Betula ermanii, dalla caratteristica corteccia disfacentesi in placche orizzontali e una Metasequoia glyptostroboides, un vero e proprio fossile vivente.
All’interno dell’arboreto è presente anche un Museo Dendrologico, che presenta legni, semi, porzioni di piante e una xiloteca delle specie presenti nell’Arboreto, dove i reperti sono conservati a secco, e in liquido.

Contatti

Viale S. Margherita 80 - Arezzo(AR)

0575 353021

http://www.selvicoltura.eu

Altre info

Da giugno a settembre, giovedì dalle 10.30 alle 12.00; da ottobre a maggio su richiesta

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata