Acero di Lizzano

Acer pseudoplatanus L.

L’albero misura 22 metri in altezza e la circonferenza è di circa 4,80 metri.
Albero originario dell’Europa e del Caucaso ed appartenente alla famiglia delle Aceraceae.
Pianta mediamente sciafila che predilige terreni freschi e profondi, mentre è sensibile ai ristagni idrici e all’aridità.
In Italia si trova allo stato selvatico in zone montuose nelle faggete miste fino a 1800 m. In pianura Padana è quasi completamente sostituito dall’acero campestre.
Il legno è apprezzato nella lavorazioni artigianali, soprattutto in liuteria.
In passato si incideva la corteccia per estrarre la linfa dalla cui fermentazione si otteneva una bevanda alcolica. La linfa consumata fresca ha un elevata concentrazione di vitamina C.
Secondo una leggenda due giovani pastori, di cui uno sordomuto, furono colti da una bufera di neve in piena estate e si rifugiarono sotto un grande acero dove apparve loro la Madonna. Il giovane sordomuto tornò a casa dopo aver acquistato parola e udito e comunicò la volontà della Madonna di essere venerata presso il grande acero, così ogni 5 agosto molti pellegrini partecipano alla festa della cosiddetta “Madonna dell‘Acero”.

Contatti

Santuario della Beata Vergine - Lizzano in Belvedere(BO)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata